FAQ - Domande e risposte

Ricerca

[#AltoAdigesiriparte]
La mia azienda può richiedere uno dei prestiti bancari elencati anche se ho già beneficiato di un contributo in conto capitale da parte della Provincia?

Sì, le domande di finanziamento sono tra di loro cumulabili.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020

[#AltoAdigesiriparte]
La banca può rifiutarsi di concedermi uno dei prestiti bancari elencati nel protocollo d’intesa sulla base della mia solvibilità?

Sì, le banche devono valutare se i richiedenti sono solvibili. Le cooperative di garanzia intervengono solo in caso di insolvibilità per la parte da loro garantita.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020

[#AltoAdigesiriparte]
Tutte le famiglie beneficiano del credito familiare?

Il credito viene concesso alla persona che si trova interamente o parzialmente in cassa integrazione ordinaria, in deroga o straordinaria. Le banche devono anche valutare la possibilità che il mutuatario sia in grado di restituire il denaro, in quanto non esiste alcuna garanzia per questo denaro da parte delle cooperative di garanzia Confidi o Garfidi e quindi la banca si assume l'intero rischio di un'eventuale inadempienza.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020

[#AltoAdigesiriparte]
Quali soggetti possono essere considerati come liberi professionisti per accedere ai finanziamenti previsti dal Protocollo d'intesa?

Secondo il Protocollo d'intesa, i liberi professionisti che hanno diritto ad accedere al finanziamento sono tutti coloro che, con un numero di partita IVA:

a) sono iscritti ad un albo dei liberi professionisti (albo professionale),

b) sono fornitori di servizi per i quali non esiste un albo professionale e che svolgono un'attività economica a favore di terzi, ma che lavorano con un contratto di libera professione e svolgono fondamentalmente un'attività intellettuale nel senso di un'attività altamente qualificata e che hanno un corrispondente titolo di educazione universitaria/terziaria.

Il libero professionista: è colui che svolge un'attività lavorativa altamente qualificata di tipo intellettuale e che ha acquisito una competenza specializzata seguendo un corso di studi lungo e orientato specificatamente a tale scopo. È per lo più laureato, è generalmente iscritto ad un albo, ordine, registro o elenco riconosciuto; ad esempio, sono liberi professionisti i consulenti del lavoro, gli avvocati, gli architetti, i commercialisti ecc. La differenza è quindi, di tipo concettuale: il libero professionista è il lavoratore autonomo che svolge un’attività intellettuale.

„Lavoratore autonomo“: persona con partita IVA che svolge principalmente lavori manuali (ad es. lavoratore stagionale, montatore, ecc.), in questo caso specifico non è ammissibili a finanziamento ai sensi del Protocollo d'intesa.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020

[#AltoAdigesiriparte]
Per l'agricoltura valgono le stesse condizioni che per le imprese di altri settori?

Sì, in linea di principio per l'agricoltura valgono le stesse condizioni come per tutte le altre imprese. Tuttavia, va notato che la controgaranzia FCG al momento non si applica alle imprese agricole e quindi una garanzia fino al 90% è fornita dalle cooperative di garanzia locali.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020

[#AltoAdigesiriparte]
Le offerte dello Stato, come il prestito di 25.000 euro, possono essere cumulate con i prestiti delle banche altoatesine?

È possibile utilizzare anche diverse offerte di finanziamento, ovvero più di una singola forma di finanziamento per impresa. Naturalmente si deve tener conto del fatto che il FCG (Fondo Centrale Garanzia) può concedere la controgaranzia solo per un finanziamento.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020

[#AltoAdigesiriparte]
Quale Euribor viene utilizzato per calcolare gli interessi?

Il Protocollo d'intesa fa riferimento solo all'Euribor, pertanto la proposta della Provincia prevede che le banche applichino, come di consueto, l'Euribor 6 mesi/360 (media del mese precedente) più un una maggiorazione, non superiore ai punti base previsti, nell’allineamento semestrale, come da misura disciplinata dal Protocollo.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020

[#AltoAdigesiriparte]
A quanto ammonta la garanzia di Confidi/Garfidi per un finanziamento di 35.000 Euro - 800.000 Euro? Fino al 100% come si evince dalla Delibera 284 del 21.04.2020 (2° Protocollo di intesa)? O fino al 90% come si evince dalla Delibera 272 del 21.04.2020?

In linea di principio, per i finanziamenti Covid-19 vi è una garanzia fino al 90%. Se le garanzie sono gestite direttamente dalla banca con il FCG (in quanto la banca ha una convenzione con FCG), dove senza la mediazione della cooperativa di garanzia il FCG garantisce direttamente il 100% sul 90% del finanziamento, allora la cooperativa di garanzia potrebbe concedere in aggiunta un’ulteriore garanzia per il restante 10% e si arriverebbe al 100% di garanzia sul finanziamento.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020

[#AltoAdigesiriparte]
Come viene calcolata la commissione? La commissione è una tantum o annuale?

Il Protocollo di intesa prevede che la commissione sulla garanzia applicata da parte della Cooperativa di garanzia venga sovvenzionata per i primi 12 mesi con un contributo della Provincia al 100 %.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020

[#AltoAdigesiriparte]
Se, come impresa, intendo beneficiare di un finanziamento ai sensi del Protocollo d'intesa, devo diventare membro di una cooperativa di garanzia?

Sì, per poter beneficiare di un finanziamento alle condizioni previste dal Protocollo d'intesa, l'impresa deve diventare membro di una cooperativa di garanzia. La quota associativa è a carico del cliente e verrà rimborsata (con una trattenuta di 20 €) dopo l’uscita come socio dal Garfidi, a condizione che il prestito sia stato debitamente restituito.

Fonte: Ripartizione Innovazione, Ricerca, Università e Musei – Data: 08.06.2020